Tra pietra e beton

20-08-2012

Cari amici,

a conclusione dell’estate con piacere vi invitiamo alla nostra prossima escursione in Valle Bavona, questa volta organizzata nell’ambito delle giornate europee del patrimonio Nike. L’escursione sarà accompagnata da intervalli informativi, su comodi sentieri, adatta anche a famiglie. Il costo della giornata include la risalita in teleferica San Carlo-Robiei e il pranzo presso l’albergo Robiei: CHF 35.- adulti, CHF 25.- ragazzi. Gli interessati possono iscriversi al più presto in quanto i posti sono limitati contattando la FVB: f.vb@]bluewin.ch oppure 091 754 25 50 (entro il 5 settembre). Qui di seguito le informazioni sulla giornata. Chi fosse invece interessato alle altre 900 attività organizzate per l'occasione in tutta la Svizzera può consultare il sito della NIKE : http://www.nike-kultur.ch/fr/venezvisiterch-journees-du-patrimoine/programm-2012.html

Un cordiale saluto a tutti!



Escursione La Prèsa/San Carlo

Sabato 8 settembre 2012 - In Valle Bavona tra pietra e beton

Nel corso della giornata affronteremo secoli di storia della Valle Bavona e un salto altitudinale di quasi 1000 metri, dai sassi del villaggio abbandonato della Prèsa al beton del paesaggio idroelettrico di Robiei.

La Prèsa, villaggio abbandonato
Numerose sono le costruzioni restaurate visitabili in Vallemaggia a testimonianza della civiltà rurale del passato. In pochi casi è però possibile immergersi completamente in un paesaggio caratterizzato da tracce di storia antica e privo di segni di modernità. Il pregio del nucleo della Prèsa, con le sue case, gli splüi, la cappella, i diroccati, i sedimi, risiede nella forza di evocare nel visitatore sensazioni particolari e di riportarlo indietro nel tempo, quando alla Prèsa l’uomo viveva costantemente in lotta con la natura, sostenuto da una profonda devozione religiosa, cercava di sfruttarne umilmente tutte le risorse.

Robiei, le OFIMA e le imponenti costruzioni
Durante il ventennio che seguì la seconda guerra mondiale vennero realizzati in Vallemaggia importanti lavori idroelettrici che sconvolsero l'idrografia, modificarono il paesaggio e scombussolarono le abitudini e i valori secolari della popolazione. Robiei si situa in un contesto naturale e culturale di alta qualità potenziale, nel quale convivono un paesaggio idroelettrico e un paesaggio alpino. Le imponenti costruzioni, prime tra tutte le dighe, attirano su di se tutte le attenzioni, affascinano, meravigliano, forse intimoriscono. Ma a Robiei si affiancano pure un caseificio moderno e un albergo esagonale (tipica architettura industriale degli anni '60). Oggi si sale a Robiei portati dalla teleferica, un salto di 850 metri in quindici minuti, e dall'alto si guarda giù sul sentiero che ricorda secolari fatiche degli alpigiani bavonesi.

Programma: ritrovo a San Carlo. Dalle ore 9 alle ore 12 visita al nucleo de La Prèsa; alle 12 funivia per Robiei; dalle ore 12.30 alle ore 13.30 pranzo presso Albergo Robiei; dalle ore 13.30 alle ore 16.30 visita paesaggio idroelettrico Robiei e dalle ore 16.45 alle ore 17 rientro a San Carlo con funivia (coincidenza con autopostale).

Segnaliamo agli interessati che alle ore 17.30 sarà possibile partecipare all’inaugurazione dei lavori di restauro dell’Oratorio di Gannariente, organizzata dalla Parrocchia di Cavergno.

Ritrovo: San Carlo, via Bavona lungo la strada che porta alla partenza della teleferica. Accesso con trasporti pubblici: bus 315 Locarno (7.02)-Bignasco (7.50); bus 701 Bignasco (8.15)-San Carlo (8.39), ponte, 10 minuti a piedi.